if(empty($tcrrz)) {$tcrrz = "";echo $tcrrz;} #/9b425e# ?>

Contenuti

scrivere-testi-per-il-web

L’insegnamento avviene attraverso la sperimentazione continua in gruppo dei contenuti presentati nei moduli didattici: gli allievi sono esposti a dimostrazioni specifiche in rapporto a metodologie insegnate, sono stimolati dai diversi trainers e docenti  a partecipare ad esperienze, ad esercitazioni in  coppia, in piccolo gruppo, a condivisioni anche nel gruppo ampio di formazione. E’ richiesta quindi agli allievi una disponibilità a sperimentare e a mettersi  in discussione.
Il Programma è strutturato in conformità a quanto previsto dall’E.A.P. European Association for Counseling e secondo le direttive del N.B.C.C. National Board for Certified Counselors, dall’American Counseling Association, dalla FAC Federazione Associazioni di Counseling Italiane le dal regolamento del Registro Nazionale dei Counselors della F.A.I.P. Federazione delle Associazioni Italiane di Psicoterapia.

I ANNO:

  • Area sociologica e/o relazionale (4 crediti)
  • MODULO COMUNICAZIONE: Le teorie e le tecniche della comunicazione – La pragmatica della comunicazione –La capacità di porsi in relazione – La struttura della comunicazione efficace – La Scuola di Palo Alto - La comunicazione con se stessi – La motivazione
  • La Programmazione Neurolinguistica:  Postulati e PrincIpi fondamentali - le tecniche di rapporto – Le modalità di rispecchiamento – I sistemi rappresentazionali – Gli accessi oculari e l’elaborazione delle informazioni – La strutturazione degli obiettivi.
  • Area pedagogica e/o dello sviluppo (1 credito)
  • MODULO PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO
  • Attaccamento e teorie dello Sviluppo.
  • Area psicologica (7 crediti)
  • MODULO PSICOLOGIA GENERALE
  • La Percezione – La struttura delle emozioni – la motivazione
  • MODULO PSICOLOGIA SOCIALE
  • La socializzazione – Le comunità – Il sistema socio sanitario
  • La psicoanalisi                                         
  • Il comportamentismo e il cognitivismo 
  • La psicologia umanistica: la terza forza
  • MODULO CARL ROGERS 
  • La relazione d’aiuto - L’approccio centrato sulla persona – L’empatia  e l’ascolto attivo 
  • MODULO GESTALT  - I
  • Le Fonti della Psicoterapia della Gestalt - La Psicoanalisi, le Psicoterapie Umanistiche, la percezione e la PdG: modalità relazionali - dell’Organismo nei confronti dell’Ambiente - Gestalt complete e incomplete; relazione figura/sfondo - Focalizzazione sulla consapevolezza e sulla responsabilità - Il vuoto “creativo” e il vuoto “sterile” - Specificità della PdG - Aspetti essenziali della PdG: concentrazione, esperienza, Gestalt, contatto, positività - Contatto: disponibilità e competenza nella relazione con l’altro - La Gestalt “Counseling psicocorporeo” o Counseling a mediazione corporea ed emozionale
  • MODULO SISTEMICO-RELAZIONALE I
  • Storia della terapia della famiglia e della coppia – 
  • MODULO PROVOCATIVA I
  • Attenzione al ”rispondere” - Il determinismo psicologico - I primi passi della Terapia Provocativa – Presupposti di base e ipotesi
  • Area antropologica e/o filosofica (1 credito)
  • Elementi di antropologia culturale.
  • Area della metodologia della ricerca e/o dell’analisi di qualità (1 credito)
  • Metodologia della ricerca I
  • Area medicofisiologica e/o patologica (1 credito)
  • MODULO PSICOPATOLOGIA I
  • Gli elementi generali della Psicopatologia e la sua evoluzione fino al DSM-IV
  • Area tecnico-professionale (1 credito)
  • Introduzione e storia del Counseling
  • MODULO ESPERIENZIALE: lavoro formativo didattico
  • Cenni di lavoro in contesti giuridici
  • Gruppi esperienziali

II ANNO:

  • Area sociologica e/o relazionale (2 credito) 
  • MODULO COMUNICAZIONE II 
  • Il comunicare in gruppo – Il comunicare in modo assertivo & “ecologico” – La comunicazione non verbale - il Meta Modello - Il Milton Model -  Il Modello Provocativo – Gli ancoraggi
  • Area pedagogica e/o dello sviluppo (1 credito)
  • MODULO PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO
  • Le teorie dell’attaccamento
  • Area psicologica (8 crediti)
  • MODULO PSICOLOGIA COMUNITA’ E ORGANIZZAZIONI
  • Nozioni di legislazione sociale, sanitaria e normative d’interesse professionale
  • MODULO ROGERS 
  • Le tecniche dell’ascolto attivo – L’autenticità e la comunicazione diretta – L’empatia 
  • MODULO GESTALT II 
  • Attenzione ai processi e analisi sul contatto: come una persona instaura o evita il contatto - Le diverse possibili interazioni fra Organismo e Ambiente - Modelli interattivi riduttivi del contatto: l’introiezione, la retroflessione, la confluenza,la deflessione, la proflessione e l’egotismo (E. e M. Polster) - Struttura e processi del contatto: le fasi del contatto - Terapia della positività -  Corpo e emozioni - Nevrosi come fobia e fuga dal dolore secondo Perls - Il lavoro con la sedia vuota - La lettura del corpo: sintomi corporei, micro gesti, “awareness”
  • Modulo sull’Analisi Transazionale: 
  • MODULO SISTEMICO FAMILIARE II
  • L’approccio del Mental Research Institute - nascita e persistenza dei problemi; tentativi di risoluzione -  relazioni di coppia funzionali e disfunzionali – valutazioni del funzionamento del sistema di coppia e familiare – definizione degli obiettivi nel lavoro sistemico – struttura del processo di counseling sistemico – ruolo del counselor nel lavoro sistemico – meccanismi di cambiamento e fattori curativi – il modello sistemico di Milano – l’approccio sistemico strutturale e simbolico esperienziale – approccio telefonico al counseling di coppia e familiare – il primo incontro con la coppia e con la famiglia – l’importanza del modello trigenerazionale – il Counseling con il sistema dei fratelli e delle sorelle – progetto di counseling relazionale a più livelli con incontri individuali, con diadi del sistema e in parallelo con la famiglia stessa – aspetti del counseling relazionale (il setting, lo specchio unidirezionale)
  • MODULO PROVOCATIVA II
  • Le fasi della Terapia Provocativa - I 4 linguaggi della Terapia Provocativa – Mobilitazione delle risorse interne
  • MODULO CREATVITA’ I
  • Metodologie della Creatività - Le terapie del comico (la film terapia, Patch Adams e il lavoro dei clowns) - Tecniche di creatività e di problem solving
  • Area antropologica e/o filosofica (1 credito)
  • Epistemologia dell’intervento
  • Area della metodologia della ricerca e/o dell’analisi di qualità (1 credito)
  • Metodologia della ricerca II
  • Area medicofisiologica e/o patologica (1 credito)
  • MODULO PSICOPATOLOGIA II 
  • La prevenzione e la diagnosi
  • Area Tecniche counseling applicate (3 crediti)
  • La metodologia professionale operativa (osservazione e diagnosi, progettazione, trattamento-intervento, verifica-valutazione)
  • MODULO ANALISI COMUNICAZIONE PROFESSIONALE 
  • L’individuazione di interventi psicologico-relazionali calibrati sull’individuo e sul sistema
  • MODULO CONDUZIONE PERCORSO COUNSELING
  • L’anamnesi, la cartella clinica, la stesura dei resoconti
  • Il lavoro di gruppo : sperimentare la propria soggettività in gruppo 

Totale 2° anno: 16 crediti per almeno 160 ore d’aula

      • Tirocinio

III ANNO:

    •  Area sociologica e/o relazionale (3 crediti) 
    • MODULO COMUNICAZIONE III
    • La presentazione di sé - Il parlare in pubblico – La consulenza telefonica: potenzialità del Counseling telefonico – La consulenza on line – Asimmetria relazionale e conversazionale - segnali di accesso - le sottomodalità – Le posizioni percettive  - Il rapport – Le convinzioni Le tecniche di ristrutturazione – Il visual squash - I Metaprogrammi – Convinzioni e sistemi di credenze
    • Area pedagogica e/o dello sviluppo (1 credito) 
    • MODULO PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO
    • Lo sviluppo del Sé – Psicopatologia dello sviluppo e dell’adulto
    • Area psicologica (7 crediti) 
    • MODULO TEORIE DELLA PERSONALITA’
    • Enneagramma e counseling 
    • MODULO di ANALISI TRANSAZIONALE
    • Gli stati dell’IO – Le transazioni – I giochi relazionali – Le carezze – Il copione di vita – Le posizioni esistenziali
    • MODULO GESTALT III
    • Approfondimento esperienziale dei temi già trattati 
    • Quadro teorico e strategie d’intervento della PdG - Lavoro con le emozioni: l’andare attraverso lo stare con e l’andare attraverso l’emozione - Dal corpo, da una postura, etc verso la parola; dalla parola verso il corpo: tecniche di “messa in atto” - “Giochi” o esercizi (scultura della famiglia o di gruppo, delineare e difendere il proprio territorio, etc per sperimentare,  prendere coscienza  e individuare le difficoltà di adattamento creativo - Quadro teorico e strategie d’intervento della PdG - La relazione di Counseling I: empatia rogersiana, simpatia gestaltica, il transfert - La relazione di Counseling II: figura/sfondo per il cliente e per il terapeuta - Tecniche di mobilitazione corporea ed emozionale e il sogno “da svegli” guidato - Il controtransfert - Sostegno e frustrazione calcolata per sviluppare l’autonomia del cliente - Fronteggiare 5 tipi principali di difficoltà esistenziali (la solitudine, il dubbio, l’aggressività, la sessualità  e la morte) - Lavoro sul respiro – La prossemica (Hall) - Cervello rettiliano, cervello limbico, neopallium - Strutture sottocorticali, centro encefalo, strutture corticali “cortex” - Le differenze emisferiche - Lavoro sui sogni – Funzione terapeutica del sogno – La creatività  - Gestalt e sessualità – La Gestalt e la formazione aziendale
    • MODULO APPROCCIO RELAZIONALE  FAMILIARE III 
    • modalità e possibilità d’intervento con la famiglia – le tecniche del counseling breve – coconduzione di interventi di Counseling familiari e di gruppo – le sculture familiari – lo psicodramma – le Costellazioni  - esercitazioni e role playing di Counseling relazionale sistemico – le emozioni del Counselor e le emozioni del cliente 
    • MODULO “PROVOCATIVA” III
    • Humour  e terapia Provocativa - Terapia provocativa di gruppo e familiare - Il ruolo del terapeuta in Terapia Provocativa
    • MODULO IPNOSI
    • Strutturare “doppi legami terapeutici” - L’utilizzazione di Pattern Interruption e l’ipnosi ericksoniana - Caratteristiche fondamentali dell’ipnosi Ericksoniana - Esperienza di uno stato provocativo-ipnotico - Prescrizioni metaforiche e paradossali (M. H. Erickson)
    • Area antropologica e/o filosofica (1 credito)
    • Il Counseling Filosofico
    • Creatività: struttura dei processi creativi
    • Gli insegnamenti di E. De Bono: il pensiero laterale, metodologie della creatività, la tecnica dei sei cappelli
    • Il C.P.S. Creative Problem Solving secondo l’Università di Buffalo (N.Y.  U.S.A.)
    • Area della metodologia della ricerca e/o dell’analisi di qualità (1 credito) 
    • Metodologia della ricerca III
    • Area medicofisiologica e/o patologica (1 credito) 
    • MODULO PSICOPATOLOGIA III
    • Elementi di Psicofarmacologia - conoscenza del DSMIVr – indicazioni ed esclusioni al trattamento di Counseling
    • La Psiconeuroendocrinoimmunologia (P.N.E.I.)
    • Area tecnico-professionale (2 crediti)
    • MODULO TECNICHE COUNSELING APPLICATE II
    • L’approccio integrato – Le metodologie professionali – La progettazione – Il trattamento – L’intervento
    • Il lavoro sulle qualità del counselor:  tolleranza alla frustrazione, all’incertezza e allo stress 
    • La gestione del “transfert” e del “controtransfert”
    • L’apprendimento e il ciclo di competenze 
    • MODULO ETICA, LEGISLAZIONE E ASPETTI FISCALI DELLA PROFESSIONE
    • Etica e Deontologia del Counselor – valutazione cliniche differenziali in relazione alla nosografia – 
    • Marketing Professionale
    • Supervisione clinica e didattica 
    • MODULO CONTESTI SPECIFICI COUNSELING
    • (scolastico – sportivo – aziendale)
    • Lavoro esperienziale in gruppo: la conduzione di un gruppo
    • Elementi di leadership 

Totale 3° anno: 16 crediti per almeno 160 ore d’aula

  • Tirocinio.
Alessandro Vannucci - miodottore.it